analisi-competitor-online-lugano-manthea

Conoscere la concorrenza è indispensabile per il tuo successo in rete

La tua azienda ti ha sempre permesso di ottenere dei risultati soddisfacenti, ma vuoi fare il salto di qualità che ti manca per raggiungere le realtà più grandi e affermate? Il tuo business “fisico” non è più sufficiente e vuoi allargare il valore della tua impresa anche al mercato online? Oggi avere una propria identità su internet è quanto mai fondamentale per raggiungere una sempre più ampia platea di potenziali clienti, potendo trasmettere chi sei, cosa fai e perché preferirti ai concorrenti in maniera dinamica e originale. Questo lavoro parte proprio da un’attenta analisi dei competitor, che ti consentirà di avere un’idea chiara del mercato di riferimento, di eliminare gli errori commessi più frequentemente e di esaltare al contempo tutti i punti di forza e di unicità della tua azienda.

 

1) Tra ricerca e osservazione: il ruolo del Web Marketing Analyst

analisi-competitor-online-luganoPortare a termine questo lavoro non è facile e richiede delle competenze analitiche specifiche. Per fare un’analisi adeguata del mercato e dei tuoi concorrenti, che possa quindi portarti a dei risultati concreti per strutturare la tua strategia di web marketing al meglio, capisci come sia fondamentale affidarsi ad un’agenzia di comunicazione seria e professionale. Un’agenzia pubblicitaria con un valido Web Marketing Analyst è ciò che fa al caso tuo: tutte le caratteristiche dei competitor ed i parametri del mercato in cui intendi posizionarti verranno vagliati meticolosamente da questa figura, per dare vita ad un percorso vincente, che rispecchi e valorizzi a pieno il tuo brand e la sua storia.

 

2) Una strategia di Competitor Analysis in 5 punti

analisi-competitor-online-ticinoAndiamo quindi a scoprire in che modo si compone un’analisi dei competitor e come è possibile trarne i massimi benefici per la propria strategia di web marketing. Possiamo suddividere sommariamente questa attività in cinque macro passaggi:

  1. Individuare la tipologia di competitor. Troppo spesso diamo per scontato di conoscere i nostri concorrenti, quelli sui quali “fare la corsa” e quelli da battere nell’offerta distintiva della nostra azienda. Tuttavia molto spesso capita di perdere di vista l’obiettivo, o comunque di non centrarlo a pieno. Se la tua azienda, ad esempio, realizza calzature Made in Italy in maniera artigianale, è chiaro che i tuoi competitor non saranno tutte le imprese di calzature. Non concorrerai, ad esempio, con produttori cinesi; questo, naturalmente, sia per una questione di costi, di produzione e di vendita, sia per la qualità degli articoli stessi.
  2. Analizzare la serp di riferimento, ovvero la pagina dei risultati dei motori di ricerca. La prima fase è quindi propedeutica alla presente, che prevede l’effettuazione di ricerche in chiave SEO. Determinate le parole chiave che meglio rappresentano i prodotti ed i servizi offerti dalla tua impresa, è il momento di ricercarle su Google e di studiare i competitor apparsi tra i primi risultati, capendo quali tenere in considerazione e quali no. Se, adottando l’esempio precedente, produci e vendi scarpe, è chiaro che un blog che parla di scarpe, un’enciclopedia come Wikipedia che vi dedica una scheda informativa o un sito di news in cui la keyword appaia solo momentaneamente, non siano tuoi concorrenti. Attraverso gli appositi strumenti del mestiere, l’analista SEO estrapolerà dati importantissimi ( KPI ) come page rank, domain authority, page authority e link in ingresso per poter fare uno studio nel dettaglio.
  3. Analizzare i siti ed i portali web. È questa la fase in cui viene esaminata a fondo la qualità dei siti web dei principali concorrenti, passando in rassegna ogni singolo elemento che possa rivelarsi utile da emulare o da cui prendere le distanze: i cosiddetti strenghts e weaknesses. Risulterà quindi opportuno giudicare il valore dei contenuti testuali e di quelli fotografici, l’attendibilità e la presentazione degli stessi, la parte grafica e quella legata al design, l’aspetto SEO ed eventuali funzionalità particolari presenti; insomma, tutti i fattori on page ed off page che non possono passare inosservati.
  4. Analizzare il sentiment della rete. Ciò che un’azienda offre e come lo offre non è sufficiente in sé per capire se una determinata strategia sta sortendo i risultati sperati oppure no. Come è possibile misurare, quindi, l’indice di gradimento di un azienda in rapporto ai propri clienti? Tracciando un quadro dell’opinione e del gradimento degli utenti, ovvero ciò che essi pensano di essa, di un suo prodotto o di una specifica attività promozionale, ad esempio. Utilizzare i social media, in questo senso, può essere molto utile per avere un’idea attendibile del sentiment della rete, analizzando commenti, reazioni e recensioni; tutto ciò che riguarda l’engagement, insomma. Oltre a Facebook ed Instagram, possono essere d’aiuto anche piattaforme di valutazione ad hoc, come Tripadvisor e Trustpilot, a titolo di esempio.
  5. L’ultimo step riguarda la Gap Analysis, ovvero il momento in cui si tirano le somme, si evidenzia l’eventuale distanza tra la propria offerta e quella dei competitor e si sviluppa una strategia per tentare di colmarla. Il gap può essere naturalmente circoscritto ad alcuni aspetti o al suo complesso. Se la distanza tra te ed i concorrenti riguarda il primo caso è opportuno procedere secondo il Capabilities Level Chart, un grafico che mette a confronto gli aspetti su cui sei migliore dei competitor e quelli in cui puoi e devi migliorare. Ogni punto da migliorare comporta il fissaggio di uno specifico obiettivo e, di conseguenza, la pianificazione di un’azione per raggiungerlo nei tempi previsti.

Un’analista di Web Marketing, con competenze specifiche in ambito SEO, coadiuvato da altre figure professionali immancabili in un’agenzia di marketing, farà sì che la tua strategia sia mirata al raggiungimento di obiettivi reali ed alla tua portata. Avviare il tuo business e lanciare la tua identità sulla rete senza uno studio a monte equivale a brancolare nel deserto, disputare una gara da solo: immagina di partecipare ad una gara di salto in alto senza sapere i risultati degli avversari, e senza sapere quindi se il punteggio fatto registrare è sufficiente per batterli o meno; questo saresti tu, che sai quanto vali, ma non sai se è abbastanza in rapporto a chi è presente nella tua stessa fetta di mercato.

Un’attenta analisi dei competitor ti consente di conoscere quanto valgono i tuoi concorrenti diretti e ti aiuta a posizionarti all’interno di una scala di valori del mercato. Trovata l’opportuna collocazione, sei pronto per scalarla, raggiungendo e superando gradualmente chi prima ti precedeva.

Oggi abbiamo trattato uno dei tanti aspetti di marketing digitale, che va a comporre un puzzle complesso ed affascinante allo stesso tempo: il Web Marketing. Continua a leggere il nostro blog per approfondire altre tematiche fondamentali oggigiorno per la tua azienda, e per scoprire, passo dopo passo, come costruire la tua realtà di valore in rete.

Leave a Reply