chatbot-cosa-sono-e-perche-utilizzarli

Hai sentito spesso parlare di Chatbot?

Negli ultimi anni moltissime aziende li utilizzano per migliorare le performance della propria attività.
Oggi scopriremo insieme cosa sono, a cosa servono e come implementarli nella tua strategia di marketing.

 

1) Che cos’è un Chatbot?

Il termine Chatbot letteralmente deriva dall’unione del verbo inglese “to chat” il cui significato è “parlare”, e “bot”, diminutivo di “robot”.

Ma di cosa si tratta esattamente? Un chatbot non è altro che un software basato sull’intelligenza artificiale ideato e progettato per rispondere in modo automatico alle domande degli utenti.

I Chatbot rappresentano dei veri e propri assistenti virtuali che dialogano con le persone utilizzando un linguaggio naturale. Con un Chatbot infatti ogni utente può intrattenere una conversazione proprio come farebbe con una persona reale. Un cliente non avrà dunque la sensazione di parlare con una macchina, ciò è possibile grazie all’intelligenza artificiale e alle risposte preimpostate pensate esattamente per simulare una conversazione umana.

Un chatbot può essere integrato all’interno delle principali piattaforme di messaggistica istantanea come Facebook Messenger e Telegram, o all’interno di un sito web.

I principali bot utilizzati dalle aziende sono:

  • Customer sevice bots: hanno il compito di rispondere alle richieste dei consumatori;
  • Commerce bots: la loro mansione è quella di migliorare l’esperienza d’acquisto dei clienti. Con questo bot infatti è possibile supportare gli utenti di una piattaforma e-commerce. Il suo obiettivo primario è quello di portare il consumatore a navigare all’interno del catalogo prodotti e a concludere l’acquisto senza uscire mai dalla chat.
  • Content bots: sono programmati per fornire contenuti e informazioni su prodotti o servizi dell’azienda. Attraverso questi bot è possibile proporre informazioni mirate che potrebbero interessare l’utente con lo scopo di suscitare la curiosità e catturare così la sua attenzione.

 

2) A cosa servono?

Il Chatbot non ha un’unica funzione, in realtà può essere impiegato per differenti scopi a seconda dell’obiettivo che si vuole raggiungere.

Oggi i consumatori sono sempre connessi ed esigono avere delle risposte immediate. Proprio per questo motivo il chatbot viene principalmente utilizzato per offrire un servizio clienti di qualità. Ciò risulta vantaggioso sia per le aziende che per i consumatori: le imprese abbattono i costi offrendo un servizio h24, aumentando il grado di soddisfazione della clientela, i consumatori ricevono rapidamente e in qualsiasi momento le informazioni e il supporto di cui hanno bisogno.

Oltre al customer care i chatbot vengono utilizzati per coinvolgere gli utenti, per fare Lead Generation, per raccontare una storia attraverso una strategia di storytelling o per supportare il processo d’acquisto quando si tratta di uno shop online.

 

3) Automazioni

I chatbot, pensati per fornire informazioni o servizi, rappresentano un ottimo strumento per le aziende per automatizzare alcune attività. Grazie all’intelligenza artificiale i bot possono comprendere richieste da parte degli utenti e fornire risposte programmate e personalizzate. Generalmente un chatbot  fornisce informazioni presenti nelle FAQ, contenuti riguardanti i prodotti o i servizi e tutto ciò che gli utenti solitamente potrebbero acquisire da un operatore del servizio clienti.

Attraverso l’utilizzo dei Chatbot l’azienda ottiene un notevole risparmio di tempo e di risorse umane che potranno essere ricollocate per lo svolgimento di altre attività.

 

4) Come implementare un Chatbot nella tua strategia di Marketing?

Sei già presente online con il tuo sito e le tue pagine social e hai deciso di creare il tuo Chatbot?

La semplice integrazione da sola non basta a garantire il successo, per ottenere ottimi risultati è necessario pianificare una strategia.

E ‘importante che tu individui gli obiettivi che intendi raggiungere e la tipologia di bot più idonea per perseguirli.

Se il Chatbot dovrà rispondere alle richieste degli utenti, dovrai impostare delle risposte in grado di soddisfarli, ciò sarà possibile solo se conosci il tuo target e i suoi bisogni.

Il Chatbot deve essere implementato in una strategia di marketing più ampia in quanto può rivelarsi utile solo se inserito in un sistema ben definito. Per capirci, se il tuo sito web non è facilmente navigabile o le tue pagine social non sono curate un assistente virtuale quale valore aggiunto potrà dare ai tuoi clienti?

È bene dunque analizzare e nel caso intervenire su questi aspetti prima di procedere all’implementazione.

Una volta stabilito tutto ciò come procedere?

Il prossimo passo sarà quello di individuare i canali più adatti ad ottenere le migliori performance. Potrai decidere se implementare il bot sul tuo sito web o sulle piattaforme di messaggistica istantanea come Facebook Messenger, ad oggi la più utilizzata.

 

5) Chatbot di successo

Molte aziende hanno utilizzato i chatbot ottenendo un gran successo. Ecco 5 esempi di chatbot da cui trarre ispirazione:

  1. Burberry

Il noto brand di moda decide di utilizzare un chatbot per offrire ai propri consumatori un servizio di customer care efficiente. Oltre al servizio clienti il bot dispensa consigli sui prodotti trasformandosi in un vero e proprio personal shopper.

  1. Klm

La compagnia aerea Klm è stata una delle prime ad integrare il suo chatbot all’interno di Messenger. L’obiettivo? Gestire ed ottimizzare il chek-in dei clienti. Attraverso la chat, l’utente una volta acquistato il biglietto aereo, riceve la propria carta d’imbarco, la conferma del chek-in, l’itinerario di viaggio e possibili avvisi di ritardi o cancellazioni del volo.

  1. Soccer Championship Bot,

Il chatbot approda anche nel mondo dello sport. Il suo obiettivo? Rispondere alle principali domande degli utenti sul Campionato Europeo di Calcio.

  1. CNN

La CNN utilizza il suo chatbot per diffondere le news. Attraverso la chat l’utente può ricercare notizie mediante delle keyword precise, se non ha molto tempo a disposizione può scegliere di  ricevere il riassunto di una news di suo interesse o ancora selezionare le principali notizie riguardanti la sua zona.

  1. Burger King

Anche Burger King decide di sfruttare i chatbot per le ordinazioni. Attraverso la chat infatti l’utente può visualizzare foto e caratteristiche dei piatti offerti dalla catena di fastfood utili a scegliere la propria ordinazione.

 

6) Conclusioni

I chatbot nel corso degli ultimi anni hanno rivoluzionato l’interazione tra i brand e i consumatori. Grazie a questo strumento e alla giusta strategia potrai ottenere numerosi vantaggi in termini di soddisfazione e fidelizzazione del cliente.

Cosa stai aspettando? Se ancora non lo hai fatto è ora di creare il tuo chatbot!

Redazione Manthea

Redazione Manthea

Un Team composto da professionisti ed esperti del settore Digital Marketing. Condividiamo ed informiamo su un mondo sempre più complesso ed ampio, mettendo nero su bianco quelle che sono le nostre esperienze sul campo.

Leave a Reply