CRO: Conversion Rate Optimization

Chi lavora nel mondo digitale avrà di certo sentito parlare di CRO ossia di Conversion Rate Optimization, una tecnica mirata all’ottimizzazione del tasso di conversione di un sito web, solitamente associata ad un obiettivo ben preciso che prevede una specifica azione da parte degli utenti all’interno del portale.

Vediamo nel dettaglio cos’è la Conversion Rate Optimization e quali sono le best practice da seguire per ottenere dei risultati di successo.

 

1) Cos’ è la Conversion Rate Optimization

Possiamo definire la CRO come l’insieme di tecniche diagnostiche e sperimentali utili ad aumentare il tasso di conversione di un web site. Gli strumenti utili ad applicare le tecniche diagnostiche possono essere sondaggi, dati analitici relativi alle visite al sito in questione, ricerche di mercato, test volti a testare l’usabilità della piattaforma.

Per quanto riguarda le metodologie sperimentali invece le tecniche più diffuse sono gli A/B test.

Per un brand è fondamentale applicare questi metodi in relazione alle pagine cardine del proprio business in modo tale da acquisire una consapevolezza utile ad apportare miglioramenti e ad ottimizzare il sito web.

 

2) Come funziona la CRO

La Conversion Rate Optimization si basa essenzialmente su esperimenti, ma come funzionano? Qual è il processo da intraprendere?

Per iniziare a testare è necessario innanzitutto dividere i visitatori di un sito web in campioni casuali per mostrare loro diverse versioni dello stesso web site.

Una volta raggiunto un numero interessante di conversioni si deve procedere con la misurazione del tasso di conversione relativa ad ogni campione individuato.

Questa tecnica chiamata Champion-Challenger consente di individuare in base ai migliori risultati ottenuti quella che sarà la versione da utilizzare ufficialmente.

Per procedere con la fase di testing è indispensabile avere:

  • Una pagina inalterata del sito web
  • Una pagina di variazione anche detta challenger

E’ necessario che le 2 pagine vengano testate in contemporanea. Quando si verificherà una conversione da parte del pubblico, questa sarà attribuita alla specifica variazione che l’utente ha visitato.

Per analizzare l’andamento dell’esperimento sono disponibili sul mercato diversi tool online di testing, molti dei quali anche gratuiti.

Mediante questi strumenti è possibile:

  • Dividere in maniera casuale il traffico tra le differenti variazioni;
  • Impostare i cookie in modo tale che lo stesso visitatore se ritorna sul sito vienea rimandato sempre alla stessa versione della pagina
  • Tracciare i tassi di conversione per ciascuna pagina di variazione
  • Avere report per ogni pagina di variazione

Lo strumento di testing che si andrà ad adottare misurerà quale variazione ha portato maggiori risultati in termini di tassi di conversione. Ovviamente la fase test durerà fino a quando non verranno raccolti dati numericamente significativi.

Questo procedimento consente di ottenere risultati molto attendibili relativi ad un sito web, dati che risultano fondamentali nella valutazione delle scelte da effettuare all’interno di un business.

 

3) I passaggi fondamentali per l’avvio di una corretta CRO

La Conversion Rate Optimization è un metodo di successo da adottare nelle strategie di digital marketing.

Per aumentare ed ottenere conversioni di valore è indispensabile lavorare su ogni minimo particolare di un sito web o di uno shop online.

Vediamo i passaggi fondamentali per ottimizzare le performance:

  1. Analisi euristica: il primo passo verso il successo

Il primo passaggio per una strategia di CRO è senza dubbio l’analisi. E’ importante raccogliere in un report dettagliato i dati provenienti da tool di monitoraggio come Google Analytics. Per avere una visione completa che consenta la valutazione di eventuali opportunità e azioni da intraprendere per ottimizzare il tasso di conversione di un web site è bene integrare nel rapporto dati provenienti da altri strumenti innovativi di marketing come le mappe di calore o i sondaggi.

  1. Individuare gli obiettivi

Una volta elaborato il report è importante fissare quali obiettivi si intendono raggiungere. E’ opportuno individuare dei KPI per monitorare i progressi e capire cosa si può ottenere dalla strategia di CRO.

  1. Migliorare i risultati con la Marketing Automation per ottimizzare i risultati di una strategia di CRO è indispensabile utilizzare tool di Marketing Automation che consentono di personalizzare la user experience di un web site per ogni specifico utente mediante contenuti dinamici, coupon individuali ed e-mail marketing one-to-one.
  2. Testing Automation come detto prima gli A/B test sono fondamentali per valutare il comportamento dei clienti. Testare diverse versioni di un messaggio permette di capire quale sia la strada da intraprendere per aumentare le performance.

 

4) Come ottimizzare e calcolare il tasso di conversione

Ottimizzare un sito web vuol dire aumentare le performance di un sito web in termini di acquisizione lead e aumento delle vendite e quindi trasformare i clienti in visitatori senza investire maggiori capitali.

Gli approcci maggiormente diffusi per l’ottimizzazione di un sito web sono due, uno pone l’attenzione sulla sperimentazione come tecnica per apportare benefici, l’altro si focalizza di più sul processo di ottimizzazione. Nel secondo caso ci si concentra sul capire il sentiment degli utenti per creare un messaggio mirato a quel target.

Come si calcola il tasso di conversione?

Dividendo le azioni per le visite uniche al sito web e poi moltiplicarle per 100.

Facciamo un esempio, se su uno shop online mensilmente si registrano 1000 visitatori unici e di questi dieci effettuano un acquisto, la formula per calcolare il tasso di conversione sarà la seguente:

(10/1000)*100 = 1% Tasso di conversione del sito in oggetto.

 

5) Perché e quando fare Conversion Rate Optimization

Adottare una strategia di CRO deve essere una delle attività prioritarie in una strategia più ampia di web marketing.

In particolare una corretta strategia di CRO è indispensabile se:

  • Se si possiede un sito web con un alto numero di visitatori:
  • Se il proprio obiettivo è vendere online, acquisire contatti o generare affiliati o ricavi da campagne pubblicitarie online
  • Se si vogliono aumentare i ricavi di un’azienda

Mediante la conversation rate optimization si può dimostrare come l’ottimizzazione che si va ad effettuare ad sito web possa portare maggiori benefici.

In altre parole l’attività di CRO consente di trasformare le visite al proprio sito web in opportunità di business.

Redazione Manthea

Redazione Manthea

Un Team composto da professionisti ed esperti del settore Digital Marketing. Condividiamo ed informiamo su un mondo sempre più complesso ed ampio, mettendo nero su bianco quelle che sono le nostre esperienze sul campo.