Skip to main content
Marketing AutomationMarketing Strategy

Email Marketing Automation

By Marzo 24, 2020Febbraio 16th, 2021No Comments

Creare logiche ed automazioni di invio E-mail per migliorare il tuo Marketing

Tra i molteplici canali di comunicazione digitale, l’e-mail risulta ancora oggi per le aziende un mezzo efficace per raggiungere i clienti.

Inviare manualmente un gran numero di e-mail soprattutto nel caso in cui si possiede una mailing list importante, potrebbe risultare difficile. Proprio per questo motivo molte imprese optano per l’invio di mail automatiche. Ed è proprio qui che entra in gioco l’Email Marketing Automation.

Ma cos’è esattamente l’Email Marketing Automation? Che differenza c’è con la Direct Email Marketing? Quali sono i reali vantaggi per le aziende che decidono di implementarlo all’interno della propria strategia digitale?

Scopriamolo insieme.

 

Cos’è l’Email Marketing Automation

L’ EMA (Email Marketing Automation) non è altro che quell’insieme di attività che consentono di programmare, inviare e gestire le e-mail verso una lista contatti tramite degli automatismi.

Attraverso un software vengono impostate alcune regole che suggeriscono di compiere delle azioni specifiche (in questo caso inviare un messaggio di posta elettronica) nel momento in cui si verificano determinate condizioni.  L’automatizzazione avviene dunque attraverso specifici scenari in funzione al comportamento dell’utente. Un esempio di scenario? L’invio di una mail di benvenuto nel momento in cui un utente si iscrive ad una lista o di un messaggio promozionale nel caso in cui abbia abbandonato un carrello.

Ma il software dell’EMA come può inviare messaggi personalizzati ad ogni contatto? In realtà non avrà mai da solo ma alle spalle vi sono degli esperti specializzati che lo gestiscono in modo da far corrispondere determinate azioni in risposta al comportamento di ogni utente. Automatico è il meccanismo dell’invio del messaggio. L’insieme di tutte le azioni che il sistema deve elaborare è chiamato workflow e le azioni potranno inoltre essere programmate in un determinato timing stabilendo l’ora esatta o il giorno.

Gli specialisti profilano dunque i lead a cui associano una scheda contenente le attività del cliente e li raggruppano in segmenti in base gli interessi comuni o ai comportamenti simili.

Per ogni segmento creato viene pianificata poi una strategia di Email Marketing Automation personalizzata e vengono programmate alcune attività. Nello specifico vengono assegnati dei punteggi e vengono fatte corrispondere ad ogni utente un’ etichetta o un tag.

Per quanto riguarda i punteggi, ad ogni cliente ne viene attribuito uno. Se l’utente mostra un elevato coinvolgimento verso il messaggio ricevuto, maggiore sarà il punteggio a lui assegnato. Al contrario minore sarà l’interesse minore saranno i punti.

Di conseguenza i consumatori con un punteggio alto denotano un maggiore interesse verso il prodotto o servizio e saranno dunque più propensi all’acquisto. Il sistema a seguito delle azioni svolte dal cliente può aggiungere o sottrarre dei punti.

Il software può inoltre attribuire dei tag ai clienti sempre in base al loro comportamento. Ipotizziamo che un cliente sia atterrato su una pagina del sito web di un prodotto o abbia aperto un e-mail contenente le caratteristiche di quel prodotto. Il software assegnerà a quell’utente uno o più tag che denoti il suo interesse verso quel prodotto specifico. Ma lo farà anche con tutti gli altri lead che hanno dimostrato lo stesso interesse.

Tutto ciò, sia i tag che i punti aiutano le aziende a profilare dettagliatamente il cliente per creare un messaggio in linea con i suoi gusti e le sue esigenze.

 

EMA e DEM: differenze

Email Marketing Automation e Direct Email Marketing, pur avendo in comune lo stesso strumento di comunicazione ovvero le e-mail, sono due cose ben distinte tra loro e che consentono di ottenere performance differenti.

La DEM consente l’invio massivo di messaggi di posta elettronica a più destinatari presenti in una mailing list aziendale. Il messaggio è uguale per tutti i destinatari.

Al contrario, l’EMA si basa sull’invio automatico di e- mail personalizzate in base al comportamento e alle esigenze dell’utente. Questo tipo di approccio oltre ad automatizzare, aiuta le aziende a creare strategie orientate al consumatore. Ed è proprio questo che lo differenzia dalla DEM.

 

I vantaggi per le aziende

Numerosi sono i vantaggi che un’azienda può trarre con l’introduzione dell’Email Marketing Automation all’interno della propria strategia digitale. Ecco i principali.

 

1.Aumento della Brand Awareness

L’automazione delle e- mail contribuisce ad aumentare la Brand Awareness dell’azienda. Grazie alle e-mail personalizzate le imprese possono progettare una comunicazione finalizzata alla promozione del brand.  Divulgare contenuti interessanti attraverso messaggi mirati, aiuta le imprese a promuoversi e ad ottenere la fiducia dei consumatori.

 

2 . Rapporto diretto con i clienti

L’EMA e il lead nurturing camminano di pari passo. Avere una mailing list corposa è sicuramente importante, ma lo è ancor di più mantenere le email acquisite (il così detto lead nurturing ovvero il nutrimento dei contatti). Perché i due elementi sono correlati? Perché L’EMA fornisce dati sugli interessi dell’utente che riceve una mail o che visita il sito web aziendale, dati che i brand possono utilizzare per creare contenuti in grado di “nutrire” i clienti e suscitare il loro interesse. In questo modo la relazione tra consumatore e azienda rimarrà attiva nel tempo.

 

3. Ottimizzazione dei tempi

L’automazione ottimizza i tempi. Questo rappresenta forse il principale vantaggio dell’Email Marketing Automation. Se da un lato il software dell’EMA consente di programmare l’invio dei messaggi di posta elettronica facendo risparmiare tempo prezioso, dall’altro aiuta a comunicare con i contatti della lista pianificando alla perfezione i tempi d’interazione.

 

4. Riattivazione degli utenti inattivi

Tutti i contatti presenti in una mailing list non è detto aprano le e-mail ricevute o visitino il sito web. Tutti questi contatti sono inattivi e possono essere rilevati dal software in base al loro comportamento. Sapendo ciò, un brand potrà rivedere la propria strategia e diversificare le e-mail con messaggi più performanti. In questo modo potrà riattivare i contatti.

 

5.Incremento delle vendite

Oggi il consumatore vuole sentirsi unico e speciale e ricevere messaggi su misura contribuisce a farlo sentire importante. Ottenere la fiducia dei consumatori accresce la possibilità di aumentare le conversioni.

La personalizzazione aiuta inoltre ad individuare quale prodotto o servizio il cliente è più propenso ad acquistare contribuendo così notevolmente all’aumento delle vendite.

Viene da sè pensare dunque che implementare una strategia di Email Marketing, sfruttando le tecniche di automazione mirate ad ogni segmento di lista utenti, sia indispensabile. Questo perchè ne gioverà la vostra comunicazione: aumentando i tassi di apertura delle Email, incrementando le conversioni, per chi lo applicherà in ambito E-Commerce, e rendendo più efficaci i vostri sforzi.

Potrebbe interessarti anche:

Filter

chatbot-cosa-sono-e-perche-utilizzarli

Chatbot: cosa sono e perchè utilizzarli nella tua strategia

Hai sentito spesso parlare di Chatbot? Negli ultimi anni moltissime aziende li utilizzano per migliorare le performance della propria attività. Oggi scopriremo insieme cosa sono, a cosa servono e come…
Redazione Manthea

Redazione Manthea

Un Team composto da professionisti ed esperti del settore Digital Marketing. Condividiamo ed informiamo su un mondo sempre più complesso ed ampio, mettendo nero su bianco quelle che sono le nostre esperienze sul campo.