Arriva Instagram Reel, una nuova funzione creata per rispondere a TikTok. Così come in passato è accaduto con Snapchat e le sue stories, oggi Mark Zuckerberg decide di contrastare la sempre più popolare app cinese offrendo su Instagram una funzione molto simile a quella di TikTok.

Non è di certo un caso che casa Facebook lancia una sfida all’app TikTok proprio in un momento in cui l’azienda madre vive un periodo di difficoltà a causa di diverse restrizioni in alcuni paesi. Facebook tenta così ancora una volta di portare al successo funzioni estrapolate dai suoi competitor.

I brevi video lanciati inizialmente in Brasile alla fine del 2019 approdano in oltre 50 paesi e sono disponibili per iOS che per Android.

Ma di cosa si tratta esattamente? Come funziona e soprattutto in cosa si differenzia da TikTok? Scopriamolo insieme!

 

Instagram Reel: cos’è e come creare un Reel

Instagram Reel non è altro che una funzionalità dell’applicazione che permette di registrare “Reels” ovvero dei brevi video di 15 secondi. Le clip possono essere arricchite con testo, audio, adesivi ed effetti grafici.

Se TikTok ha la pagina “Foryou”, su Instagram i video appariranno in una sezione dedicata sul profilo dell’utente e saranno visibili, così come accade per gli altri contenuti, sia nel Feed che nella sezione Esplora.

Come accedere ai Reel? Basterà aprire semplicemente la fotocamera di Instagram Stories e scegliere REELS.

A questo punto sulla parte sinistra dello schermo appariranno gli strumenti messi a disposizione per creare il Reel. Nello specifico le opzioni sono:

  • Audio: è possibile inserire un audio originale o inserire una canzone scegliendola nella libreria di Instagram. Nel caso in cui si decide di optare per un file originale e il profilo dell’utente è pubblico, l’audio sarà attribuito al profilo stesso e potrà essere utilizzato dagli altri utenti nel proprio Reel. Come? Selezionando la voce “Usa Audio”.
  • Timer: registrare il video liberamente senza dover tenere lo smartphone in mano si può grazie al timer. Impostando il timer dopo aver premuto il tasto registra apparirà un countdown 3-2-1 utile per segnalare l’inizio della registrazione per il tempo impostato.
  • Velocità: è possibile accelerare o rallentare una parte del video o dell’audio.
  • Effetti di Realtà Aumentata: Grazie ai moltissimi filtri ed effetti di realtà aumentata è possibile creare video creativi ed originali.

A questo punto una volta scelto lo strumento che si desidera utilizzare, registrare è semplice. Basterà tenere premere il tasto “registra” e lasciarlo nel momento in cui si vuole terminare il video.

Instagram Reel offre la possibilità di registrare più video in sequenza.

 

Condividere il Reel

Prima di capire come condividere il contenuto è bene fare una distinzione tra profilo pubblico e privato.  Nel caso in cui il profilo è pubblico è possibili le condividere il Reel sia nella sezione Esplora che nel Feed. Quando il profilo è privato invece, è possibile condividerlo esclusivamente sul Feed rendendolo visibile solo ai propri follower.

Detto ciò, come condividere il Reel? Terminata la registrazione apparirà una schermata di condivisione attraverso cui poter salvare una bozza del Reel e aggiungere una didascalia, inserire gli hashtag, taggare gli amici o ancora scegliere una foto di copertina per la clip. La schermata di condivisione consente inoltre agli utenti di poter scegliere se condividere il video come storia.

Una volta condiviso il Reel apparirà nella sezione apposita sul profilo e se si vuole nella sezione Esplora.

 

Instagram reel vs TikTok: differenze e similitudini

Le due funzioni hanno lo stesso obiettivo, fornire agli utenti un luogo creativo in cui poter condividere con gli altri brevi clip.

Tuttavia presentano alcune differenze:

  • Account: TikTok non richiede alcun account per visualizzare i contenuti a differenza di Instagram in cui avere un profilo è obbligatorio per accedere a Reel.
  • Durata: se su Instagram è possibile registrare video di 15 secondi, su TikTok i video possono durare fino ad un minuto.
  • Layout: la schermata per creare il contenuto è simile ma leggermente diversa tra le due piattaforme. Su Instagram le opzioni di creazione sono collocate sulla sinistra dello schermo mentre sull’app cinese a destra.
  • Duetti: se TikTok offre la funzionalità duetti ovvero la possibilità di affiancare tra loro due registrazioni differenti, Instagram per il momento non offre questa possibilità agli utenti.

 

Instagram Reel o stories?

A prima vista, Stories e Reel possono sembrare identici, ma entrambi hanno scopi diversi per gli utenti.

Così come affermato dallo stesso Instagram, le stories consentono di condividere tutti i momenti della giornata non solo quelli che si desidera mantenere nel Feed.

Quale scegliere trai due? Dipende dal tipo di contenuto che si vuole creare. Con le storie si può raccontare e condividere i momenti con i propri follower, con i Reels è possibile creare brevi video divertenti e coinvolgenti migliorando l’esperienza tramite le varie opzioni. Le clip offrono la possibilità di raggiungere un pubblico più ampio rispetto alle storie.

Nella scelta è comunque bene considerare che le storie essendo presenti già da molto tempo sono consolidate al contrario della nuova funzionalità che seppur valida non ha ancora riscontri sicuri.

Una cosa è certa, i ReelS offrono un nuovo modo per creare contenuti più accattivanti, per comprendere meglio i follower e aumentare la portata su Instagram. Quindi perché non provarli?

 

Utile se sfruttato nel modo giusto

Instagram Reel offre un’enorme opportunità alle aziende: aumentare i follower e farsi conoscere dalla community. Molti brand hanno iniziato ad utilizzare la nuova funzionalità riscontrando ottimi risultati. Chi ancora non ha sperimentato i Reel dovrebbe quindi cogliere l’opportunità ed iniziare a creare le proprie clip.

Alessandra G. - Copywriter & WhatsApp Marketing Expert

Alessandra G. - Copywriter & WhatsApp Marketing Expert

Alessandra, consulente di web marketing e web editor, curiosa di natura, cacciatrice di novità e tendenze, Geek girl, ha sempre lo smartphone in mano. Svolge in ambito digital consulenze aziendali e formazione.