seo-audit-lugano-manthea

Tutto ciò che devi sapere per posizionarti al meglio sui motori di ricerca

Se ti stai apprestando ad avviare il tuo progetto di costruzione della tua identità online, consapevole dell’importanza ormai vitale che assume quest’aspetto nel mercato odierno, dovrai fare i conti con un elemento di Web Marketing fondamentale: la SEO Audit (conosciuta anche come Web Audit). La SEO Audit risponde in maniera concreta a molte domande che probabilmente ti sarai posto durante la fase di creazione o gestione del tuo sito internet. Ad esempio: perché non sei posizionato nella prima pagina di Google con le parole più attinenti alla tua categoria di business? Perché su mobile hai un posizionamento diverso sui motori di ricerca rispetto alla versione desktop? Perché i tuoi principali competitor appaiono prima di te nella SERP? Perché sembra che i motori di ricerca non ti calcolino quando si parla del tuo ambito? La SEO Audit ha il compito di rispondere a queste e molte altre domande che interessano il tuo successo in rete.

Oggi, per l’appunto, scopriremo di cosa si tratta, perché è indispensabile effettuare questo passaggio ed in cosa consiste. Non mancheremo, infine, di scoprire alcuni consigli ed alcuni strumenti molto utili per portare a termine questo step correttamente.

È bene premettere come la SEO Audit sia un processo che richiede delle competenze analitiche e di valutazione approfondite, nonché una certa esperienza nel settore per interpretare ed utilizzare al meglio i dati che vengono estrapolati. Per questo motivo, tale attività viene spesso demandata ad un SEO Specialist, una figura in grado di tradurre grandi flussi di dati in soluzioni efficaci, per garantire una buona base di partenza per il nostro sito internet.

1) Il significato e l’importanza delle Web Audit

seo auditÈ quindi arrivato il momento di capire di cosa parliamo quando menzioniamo la SEO Audit. Si tratta di un’analisi preliminare (se il nostro sito web è in fase di costruzione) o in corso d’opera (se esso è già online), che ci aiuterà a strutturare al meglio una strategia di Web Marketing. La Web Audit si riferisce, in particolare, a tutte le tecniche necessarie per analizzare in maniera scrupolosa ed approfondita tutto ciò che attiene ad un sito web e che può influenzarne il posizionamento sui motori di ricerca. Nella fattispecie, i siti vengono posti sotto esame  dal punto di vista tecnico, strutturale, contenutistico e della concorrenza. Proprio l’aspetto legato alla concorrenza risulta essere molto importante, dal momento che, valutando i siti dei competitors, possiamo dedurne lo stato di salute, i punti di forza ed i punti di debolezza. Una volta ottenuti questi dati possiamo farli nostri ed usarli per il nostro sito, per evitare di incappare negli errori più comuni e per renderli dei veri punti di distinzione dagli altri. La SEO Audit ci dà, in definitiva, la portata del mercato di riferimento in cui intendiamo posizionarci, facendoci cogliere quelle che sono le opportunità da sfruttare e quelli che invece sono i “vicoli ciechi”, in cui è meglio non imbattersi.

2) La strategia di Web Audit attraverso i SEO Check

screaming-frog-seo-spiderQuesto processo si snoda attraverso una serie di ricerche e verifiche sul valore nostro e della concorrenza, come dicevamo; tali passaggi, che andiamo adesso ad analizzare punto per punto, si chiamano SEO Check. Ne esistono di diversi, ognuno relativo ad un aspetto che merita di essere monitorato. In particolar modo andremo a:

  • Individuare le keyword più attinenti alla tipologia del nostro business, con il relativo volume di ricerca su Google e sugli altri motori di ricerca
  • Determinare che posizioni ricopre il nostro portale sulla SERP, sia da mobile, sia in modalità desktop
  • Valutare gli aspetti che impediscono al nostro sito di guadagnare posizioni sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca
  • Capire in che modo i competitor che ci precedono sono migliori e trarne insegnamento per il nostro sito

Compresi gli obiettivi, non rimane che attuare le diverse SEO Check ed estrapolare tutte le informazioni necessarie per tarare la nostra strategia di Web Marketing al meglio. Questo lavoro si articola in due diverse fasi, che andiamo adesso ad analizzare nel dettaglio.

3) Analisi degli aspetti on site

Il primo dei due aspetti che andiamo ad analizzare è quello on site, ovvero quello relativo a tutte le caratteristiche che rendono l’esperienza dell’utente più o meno gradevole. Toccherà quindi porci delle domande, vestendo i panni di un visitatore in target con i nostri contenuti, e le risposte ci aiuteranno a capire cosa va migliorato e cosa invece già funziona adeguatamente.

seozoom

Potremo domandarci, ad esempio, se il sito ci dà fiducia, se è navigabile con fruibilità, se sono presenti tutte le informazioni che ci servono e che ci aspetteremmo di trovare, se carica correttamente anche da mobile e se i contenuti sono pertinenti. In sintesi parliamo dell’User Experience, ovvero l’esperienza che il visitatore vive sul nostro portale; per immedesimarci nella sua esperienza occorrerà essere quanto più obiettivi possibile nelle valutazioni del caso.

Anche la struttura del sito necessita di una buona  fluidità ed intuitività;  questo è possibile grazie ad una sitemap aggiornata e corretta, con pagine e contenuti collegati logicamente tra loro, senza errori e link scaduti. Possiamo sincerarcene facendo dei test periodici e controllando che il file robots.txt sia settato correttamente per le scansioni dei motori di ricerca.

Occhio infine ai contenuti di qualità. Ricordiamo di verificarli costantemente, di aggiornarli e di eliminare le pagine duplicate. Per l’ottimizzazione SEO dei contenuti occorre individuare solo le migliori parole chiave, ovvero le keyword che generano un buon traffico e che al contempo non hanno eccessiva concorrenza. Per effettuare una ricerca affinata possiamo aiutarci con dei validi tool, come SEO Zoom, Keyword Planner di Adwords e Google Trends.

4) La SEO off page

searchengineland-periodic-table-of-seo-largeCon l’analisi off site andremo ad osservare tutti i fattori esterni al sito che concorrono ad un buon posizionamento sui motori di ricerca. Tra questi rientrano link, citazioni, autorevolezza del brand e popolarità sui relativi profili sui social network. In particolar modo i link che il sito riceve possono essere studiati attentamente per pianificare una valida anchor strategy (o link building strategy) ed ottimizzare le campagne di acquisizione dei link.

Seguendo questi step potrai costruire il tuo valore online ed ottimizzare la tua strategia di SEO e Web Marketing tenendo in considerazione tutti i fattori indispensabili. Ricorda di non trascurare nessun passaggio e di generare sempre contenuti veritieri, di qualità ed in linea con il tuo target per non perdere mai la fiducia dei tuoi utenti. La credibilità alla base di tutto!

 

 

Leave a Reply