mobile-friendly-tutto-quello-che-ce-da-sapere-manthea

Smartphone e tablet hanno decisamente acquistato un ruolo fondamentale nella nostra vita quotidiana, motivo per cui non possiamo stupirci se sentiamo e utilizziamo sempre più spesso l’espressione mobile first.

I dispositivi mobili dominano la scena del web. Nel 2017 gli smartphone sono stati i responsabili del 52% del traffico internet mondiale e le previsioni per il futuro sono più che floride.

Secondo Ericsson, entro il 2020 la base di utenti mobile a livello globale dovrebbe raggiungere i 6,1 miliardi.

Gli utenti svizzeri che si connettono mediante dispositivi mobile sono 6.63 milioni, e rispetto allo scorso anno si è registrato un incremento del 2%. Tali dati emersi dal report Digital in 2018 parlano chiaro: sono nettamente evidenti quelle che sono le preferenze e i comportamenti degli utenti.

E’ inutile dire che alla luce di questi numeri, rendere il tuo sito web mobile-friendly non è più un opzione ma una priorità.

Ti è mai capitato di navigare dal tuo cellulare e trovarti costretto a zoomare il testo per leggerlo correttamente?

Se hai risposto sì di certo saprai cosa vuol dire e quanto può essere fastidioso visitare un sito non ottimizzato per il mobile.

 

1) Perché è fondamentale che un sito web sia mobile friendly?

  • Un numero elevato di persone utilizza il cellulare: già nel 2015, Google annunciò che per la prima volta nella storia un numero sempre maggiore di persone stava effettuando ricerche da dispositivi mobili piuttosto che da computer;
  • i consumatori sono così abituati ai siti web mobile, facili da navigare su uno schermo piccolo e con tempi di caricamento rapidi che abbandoneranno sicuramente un sito web che non funziona bene sul proprio smartphone;
  • migliora il posizionamento del tuo sito web su Google: il re dei motori di ricerca si è espresso chiaramente in merito: la strada del mobile first è l’unica percorribile per essere competitivi. Google per adeguarsi alla tendenza comune degli utenti di connettersi da smartphone, ha recentemente comunicato un’importante cambiamento del suo algoritmo di indicizzazione. I siti ottimizzati per il mobile vengono privilegiati nei risultati di ricerca. Ciò significa che se qualcuno cerca “pasta” dal proprio telefono cellulare, Google è più propenso a mostrare i siti web ottimizzati per il mobile piuttosto che mostrare quelli che hanno un miglior posizionamento su quella Keyword ma non sono mobile friendly;
  • i clienti mobile sono nella maggioranza dei casi vicini al tuo business e sono tendenzialmente più propensi all’acquisto. Se cerchi “pizza” dal tuo telefono, probabilmente è perché in quel momento desideri una pizza e starai cercando un posto dove mangiarla intorno a te.

2) Qual è il comportamento di Google nei confronti del mobile?

Considerando che la maggior parte del traffico arriva da smartphone, Google non può non tenere presente questo dato importantissimo e comportarsi di conseguenza.

Se fino a qualche tempo fa ci si poteva ritrovare in prima pagina con una keyword senza necessariamente disporre di una versione responsive, oggi la situazione è totalmente differente.

Il colosso di Mountain View ha ufficializzato il roll-out del suo mobile-first index, che segna una netta trasformazione del mondo delle ricerche e del posizionamento, in cui la classificazione sarà stabilita dalla versione mobile di un portale.

Google continuerà ad avere un unico indice per offrire agli utenti i risultati delle loro ricerche, con l’unica differenza che se in questi anni è stata utilizzata la versione desktop per la classificazione, da oggi verrà privilegiata la versione mobile delle pagine di un sito web.

3) Sito web mobile friendly

Se hai intenzione di rinnovare il tuo web site o di crearne uno nuovo ecco alcuni suggerimenti utili per renderlo mobile friendly e ottimizzarlo per soddisfare sia gli ultimi aggiornamenti dell’algoritmo di Google, sia le esigenze degli utenti:

Dai priorità alla user experience: lo scopo principale di un sito web è quello di fornire ai visitatori un’esperienza soddisfacente, offrendo loro le condizioni necessarie per esplorare il portale e scoprire di più sui prodotti o servizi di un’azienda. E’ fondamentale quindi rendere il proprio sito web user friendly. Come? Studia attentamente ogni singolo elemento di design e assicurati che tutto sia ottimizzato per le diverse dimensioni degli schermi dei dispositivi mobile. Ad esempio, il testo che vedi su un sito web desktop non potrà avere lo stesso aspetto su un dispositivo mobile, evita quindi l’utilizzo di caratteri piccoli che costringono i visitatori ad eseguire lo zoom per la lettura.

Oppure ancora prendi in considerazione l’utilizzo di pulsanti interattivi anziché link di testo, semplifica l’esperienza di navigazione organizzando le immagini in apposite gallerie navigabili mediante dei semplici e veloci gesti di scorrimento.

Rendi il tuo sito veloce: quando parliamo di SEO e di esperienza utente la velocità di caricamento gioca un ruolo fondamentale. Google ha recentemente annunciato che a partire da luglio 2018, la velocità di caricamento delle pagine sarà un fattore di ranking per i risultati di ricerca da mobile. Per rendere il tuo sito più veloce puoi compiere diverse operazioni come ad esempio comprimere le immagini, prendere in considerazione l’installazione di un certificato SSL e passare da HTTP ad HTTPS, ciò non solo renderà il tuo sito meno lento ma anche più sicuro.

4) Testa e migliora

Il passo più importante è quello di testare la progettazione del tuo sito Web per assicurarti che sia ottimizzato e perfettamente navigabile su diversi tipi di dispositivi, piattaforme e browser. Assicurati che il tuo web site abbia un aspetto impeccabile sia su un vecchio telefono Android sia sull’ultimo iPhone uscito. Navigaci in lungo e in largo e accertati che tutto funzioni alla perfezione.

5) Sei certo che il tuo sito web è mobile friendly?

Uno dei principali strumenti per verificare se il tuo sito web è ottimizzato per il mobile è il “Test” messo a disposizione da Google stesso. Inserendo l’URL del tuo portale potrai capire se il sito è facilmente navigabile da smartphone grazie ad un punteggio numerico che il tool gli assegnerà e verificare se il layout è responsive o meno. Lo strumento ti offrirà anche dei suggerimenti per migliorare il tuo sito aiutandoti ad individuare eventuali problemi da correggere.

Altro tool che ti offre una sezione dedicata all’analisi dell’ottimizzazione da mobile è Google Search Console con il Rapporto di Usabilità su dispositivi mobili, che segnala le pagine che presentano problemi da smartphone, in modo tale che si possa intervenire per migliorarle.

6) Conclusioni

Non esiste un modo giusto per progettare un sito web mobile-first. Tuttavia, ci sono alcuni standard che devi seguire e rispettare per garantire che il tuo sito web raggiunga un numero elevato di utenti finali e che venga ben indicizzato da Google.

Per essere competitivo ascolta gli utenti e continua a migliorare costantemente il design del tuo sito web per soddisfare i tuoi clienti e al tempo stesso per mantenere il portale sempre al passo con le ultime tendenze. >

Vuoi rendere il tuo sito mobile friendly? CONTATTACI

Mirko L.

Mirko L.

Laureato in Marketing, Media e Comunicazione allo IULM di Milano si è Specializzato in Project Management e Social Media unendo la sua passione per la tecnologia e la pubblicità con +15 anni di esperienza nel settore. Dal 2014 fondatore e CTO di Manthea Sagl a Lugano con un forte Team di professionisti capaci ed appassionati.

Leave a Reply