Skip to main content

video advertising

Le dinamiche del web si muovono molto più velocemente che in qualsiasi altro Mass Media. Negli ultimi anni grazie alle piattaforme Social di VideoSharing come YouTube, Vimeo, Dailymotion e lo stesso Facebook, la modalità pubblicitaria del Video Advertising è aumentata vertiginosamente a differenza della “vecchia” pubblicità su banner.

Le previsioni di eMarketer dicono che in UK l’online video advertising avrà una crescita del 52,6% nel 2014, raddoppiandone il prezzo da qui al 2018. Con l’aumento dei dispositivi “Smart”, i consumatori passano più tempo su internet attraverso i nuovi device e le aziende non possono fare altro che approfittare di questo mutamento per proporsi con nuove modalità pubblicitarie ricercando un maggiore coinvolgimento dei consumatori.

Ma perché è diverso?

Con la SEA(Search Engine Advertising) il Web Video Advertising è in grado di dare al brand, alla azienda o al prodotto l’interattività del messaggio che una Display Adv statica non è in grado di dare.
Il messaggio pubblicitario interattivo è molto più efficace perché cattura l’attenzione attraverso immagini in movimento, luci, colori dinamici e suono.

video advertising_1

A sinistra un esempio di Pre-Roll della Nespresso e in alto a destra un Companion

 

Quali sono le tipologie di Video Advertising?

Manthea ha analizzato diverse tipologie di annunci video nel mercato pubblicitario online, alcuni più efficaci di altri, vediamo quali sono:

L’annuncio più comune è il “Pre-Roll”, un breve video clip (dai 15 ai 60 secondi) visualizzato prima che il video principale inizi. Molte aziende credono che sia il formato più efficace, ma non è così. Si può credere che il livello di attenzione degli utenti è alto all’inizio del video, ma questo tipo di annuncio, infatti, fa scappare gli utenti più impazienti, quelli che tendono a fare zapping dei contenuti video. La conseguenza è una sensazione di fastidio facendo calare il piacere di fruire il video. Questa tipologia di annunci, infatti, non è ben accolta dall’utente ed è considerata spesso invadente, incidendo negativamente sull’azienda inserzionista e sul prodotto. Ciò è dimostrato anche da uno studio condotto da Nielsen nel Marzo 2014, il quale prova che le probabilità di avere pareri negativi sul marchio aumentano dopo che un utente è esposto ad annunci Pre-Roll.

Con la diffusione massiva degli smartphone e tablet  la quantità di persone che guarda video online aumenta e l’attenzione degli utenti diminuisce. Inserire annunci Pre-Roll troppo lunghi sul mobile non funziona: dover guardare un annuncio video di almeno 30 secondi per poi guardare un video della stessa lunghezza non ha senso, né per gli utenti (che si scoccerebbero) né per le aziende inserzioniste (che ne perderebbero d’immagine).

Tipologie di annunci simili ai Pre-Roll sono i “Mid-Roll”, annunci che appaiono durante l’esecuzione del video ma i peggiori sono i “Post-Roll”, brevi annunci video alla fine della clip principale, poiché c’è il rischio che gli spettatori si spostino in un altro video (o un’altra pagina) prima ancora che l’annuncio venga visualizzato.

Qual è la soluzione?

Se si vuole utilizzare correttamente i Pre-Roll, consigliamo ai nostri clienti di realizzare un video di massimo 10 secondi, in questo modo il messaggio non viene ignorato dall’utente e l’azienda inserzionista non risulta invadente.

Esistono alternative più efficaci?

Assolutamente si. L’alternativa più efficace rispetto ai Pre-Roll troppo lunghi è quella di utilizzare gli “Overlay” (o annunci sovrapposti), che solitamente vengono mostrati nella sezione inferiore del video, scorrendo in parallelo con esso e dando agli utenti anche la possibilità di chiudere o allargare l’annuncio.

Questi annunci sono più efficaci perché non interrompono l’esperienza dell’utente, possono essere personalizzati a seconda del target di riferimento ma soprattutto possono essere programmati per apparire nei momenti in cui la probabilità di clic è più elevata.

Altre tipologie

Gli annunci “Companion” sono banner statici nel fianco della pagina in prossimità di un video correlato a quello che si sta vedendo per fornire un’esperienza più integrata per gli utenti. Questi, infatti, se integrati con un Pre-Roll o con un Overlay forniscono agli spettatori un messaggio continuo molto più focalizzato sul prodotto, guadagnandone quindi anche in efficacia.

Simili agli annunci Overlay ma non con la stessa efficacia sono gli annunci “Invitation”, con la differenza che il messaggio appare a fianco del lettore video e non su di esso risultando meno invasivi ma anche più facili da ignorare.

Tutte queste tipologie di Video Adv possono essere più o meno efficaci ma non bisogna mai dimenticare cosa si sta promuovendo. In base alla tipologia di prodotto sponsorizzato, la scelta varia da campagna a campagna seguendo scrupolosamente il Marketing Plan e adattando la migliore modalità per raggiungere i potenziali clienti.

Il VIDEO ADVERTISING senza dubbio acquisterà sempre più efficacia e valore nel tempo soprattutto grazie alla sua dinamicità diversa dalle più comuni forme di pubblicità sul web e dalle modalità di trasmissione Home e Mobile sempre più veloci e multifunzionali.

Se desideri conoscere meglio questa tipologia innovativa di pubblicità, puoi scriverci una email utilizzando il comodo “modulo contatti”.

Manthea. Social, Better.

_

Mirko L. - CEO Manthea Sagl

Mirko L. - CEO Manthea Sagl

Laurea e 17+ anni nel settore Marketing, Digital Media e Pubblicità. Appassionato di psicologia, design e tecnologia. Fondatore di Manthea dal 2014, Marketing & Brand Strategist e Product Designer, si occupa di strutturare ed evolvere le performance di marketing di aziende, PMI, startup e progetti complessi.